Ardea: Cultura

Giacomo Manzù
Ardea celebra con la Raccolta Manzù il suo più celebre cittadino, quel Giacomo Manzù, grandissimo scultore, che dalla bergamasca scese qui scegliendo una villa nascosta dalla vegetazione, circondata da un grande porticato su una collina di tufo per trasferirsi con la moglie Inge e i figli. A un giornalista confidò che il suo lavoro si condensava su temi che soltanto nell'aria di Ardea potevano ancora nascere, vivere e crescere. 
 
La struttura museale è divisa in due parti: una destinata all'esposizione, nell'altra si trovano la sala conferenze e proiezioni, l'archivio, gli uffici, i servizi. 
La Raccolta comprende 449 opere (116 sculture, gioielli, medaglie, 224 disegni e 102 iscrizioni) che documentano l'attività dell'artista a partire dal 1927.